27 giugno 2013

Mai più senza! Giugno 2013


Inauguriamo questa piccola rubrica: in Mai più senza non vi parlerò dei preferiti del mese, ma di quei prodotti che ho scoperto e di cui non farò più a meno. Potranno essere 10 o soltanto uno, poco importa: quel che conta è che sono cosmetici che mi hanno fatta innamorare e da cui non mi separerò mai più!

Questo mese entrano nel mio permanent beauty:

- Lierac Hydra Chrono Lévres effet gloss rosé
- Lierac Sunific Aprés Soleil serum soyeux
- Lierac Gommage Sensoriel aux 3 fleurs blenches
- Vichy Compact solaire SPF 30 Golden Beige
- Skinceuticals Mineral Radiance UV defense SPF 50 Universal Tint
- Diego Dalla Palma L'Elisir 

Ed ecco perché non potrò più stare senza:

Lierac Hydra Chrono Lévres effet gloss rosé: è un balsamo morbido e confortevole che rigenera, ripara e protegge le labbra. Contiene un SPF 10 e ha la particolarità di donare un lievissimo colore sulle labbra: su di me l'effetto è un rosa delicato che esalta il mio colore naturale, rimpolpandole e facendole sembrare più turgide. Tra i principi attivi si sono il burro di cacao e di karité, cera di rosa naturale (lenitiva); ceramidi; vitamine A ed E e pigmenti PH dipendenti che a seconda del PH cambiano leggermente nuance, rimanendo sempre naturali e brillanti. 

Lierac Sunific Aprés Soleil serum soyeux: come saprete io non prendo sole, ma mi è capitato di stare tutto il giorno fuori, camminando sotto il sole. Al ritorno a casa la sensazione, sulla pelle del viso, era sgradevole: irritata e arrossata, la sentivo tirare come se avesse bisogno di un surplus di idratazione. Detto fatto: questo siero leggero di Lierac è immediatamente lenitivo, freschissimo, calma i rossori e distende immediatamente la pelle. In più, ha un fantastico e delicatissimo aroma che sa di pulito e di estate. La sera, poi, è un vero toccasana: mi sveglio con il viso riposato e luminoso! Contiene Mimosa Tenuiflora (azione rigenerante e riparatrice); unIl trio idratante riparatore a base di olio di cocco, calendula e glicerina vegetale 5%; un estratto di alga blu per un’azione di riparazione del DNA 2% (per riparare i segni dell'invecchiamento) e una soluzione di acido ialuronico puro dosata al 5%. Un vero must-have che non dovrebbe mancare nel beauty estivo di noi donne!

Lierac Gommage Sensoriel aux 3 fleurs blenches: obiettivo per l'estate: pelle liscia e morbidissima! È inutile applicare qualunque tipo di crema idratante se prima non abbiamo eliminato ogni traccia di cellule morte. Questo gommage ha una consistenza piacevolissima, i granuli contenuti non sono troppo aggressivi, ma  sulla pelle asciutta o solo leggermente funziona alla grande. A contatto con l'acqua forma una leggerissima schiuma, una vera coccola! Ha un aroma paradisiaco di fiori bianchi, che rimane lieve e discreto sulla pelle e fa sentire in pace con il mondo. Golose, aprite le orecchie: contiene il 27% di cristalli di zucchero, scaglie di vaniglia e noccioli di pesca...Una favola!

Vichy Capital Soleil Compact solaire SPF 30 Golden Beige: fondotinta compatto cremoso che sulla pelle ha un effetto satinato di impareggiabile eleganza. La tonalità non è esattamente quella del mio colore, ma è più scuro: io lo uso su gote, mandibola e parte della fronte. Straordinaria la copertura, leggera e non pesante, che regala immediata e perfetta uniformità. Splendido il risultato finale: velocissimo da utilizzare, ha una texture impalpabile ideale per la stagione calda. E il fattore di protezione 30 lo rende insostituibile in città!

Skinceuticals Mineral Radiance UV defense SPF 50 Universal Tint: lo scorso anno mi innamorai delle versione basic. Quest'anno il mio cuore e la mia pelle sono stati conquistati da questa magnifica reinterpretazione leggeremente colorata. Non è una BB cream, affatto: dona semplicemente una lievissima uniformità all'incarnato e sparisce non appena viene steso, rendendo meno evidenti le discromie, le piccole imperfezioni e i rossori. L'SPF 50 (filtri minerali) costituisce un'eccellente barriera contro i raggi del sole. Nessun effetto sbiancante, grazie alla caratteristica di essere un po' colorato. Texture ultra fluida, applicazione velocissima ed effetto satinato: dire che è un cosmetico perfetto è dire poco!

Diego Dalla Palma L'Elisir: passiamo ai capelli. I miei sono corti, lisci e tendenzialmente normali. Non uso colorazioni e sono abbastanza sani e lucidi per natura. Questo fluido denso multitasking si può usare sui capelli bagnati prima dell'asciugatura, per dare il tocco finale all'acconciatura e renderla più brillante, come impacco nutriente sui capelli asciutti o umidi oppure come pre-shampoo, per dare nutrimento alla chioma. In tutti i casi è portentoso: se dosato bene non appesantisce i capelli e non fa effetto unto. Ha un profumino gourmand delizioso e rende i capelli più luminosi e disciplinati. Contiene 4 olii biologici: di argan, nyamplung, zucca e jojoba: una vera e propria sferzata di nutrimento!



Paprika

25 giugno 2013

Yves Saint Laurent La Laque num 27: uguale a quello di Belen!


Dopo pochissimi mesi dal parto, Belen Rodriguez ha sfilato a sorpresa per John Richmond.
Che dire? Strepitosa e magnifica come sempre!

Un trucco luminoso e solare che esaltava la sua carnagione ambrata, basato su uno smokey leggero che univa silver e nero; gote radiose, zigomi scolpiti da un bronzer color miele intenso e labbra color pesca.
Il lipstick che indossava era particolarmente interessante perché riusciva a dare un'aria di naturalezza pur rendendo le labbra più polpose, sexy e carnose.

Ho trovato il match perfetto: secondo me La Laque di Yves Saint Laurent num. 27 è identico.

Voi che ne dite?


Paprika

22 maggio 2013

Roger & Gallet Fleur de Figuier: c'è profumo di sole, nell'aria!


Roger&Gallet è diventato uno dei marchi che apprezzo maggiormente: a un costo assolutamente ragionevole mi dà la possibilità di variare anche ogni giorno la profumazione indossata, senza mai rinunciare a un tocco di originalità. 

L'ultimo nato della famiglia olfattiva del brand francese è Fleur de Figuier, che introduce alcune preziose novità, tra cui il cambio di packaging: il tappo diventa trasparente e multisfaccettato, con l'iconico simbolo della maison impresso.

Fleur de Figuier mi piace, prima di tutto, perché è una fragranza inusuale e caratterizzante. 
Il secondo motivo per cui lo apprezzo è che riesce a farmi sognare: è un profumo emozionale ed evocativo, in altre parole. Fin dal primo spruzzo sembra di essere trasportati su una spiaggia del mediterraneo, non lontana da una piantagione di alberi di fichi, al tramonto, quando il calore accumulato durante la giornata viene mitigato dalla brezza marina ed diventa confortevole, appagante, rilassante, pieno di dolci promesse e di speranza. È una fragranza avvolgente ma senza eccesso; discreta e femminile, credo sia perfetta per le calde serate estive.

A voi la piramide olfattiva:
Note di testa: mandarino, semi di cumino e pompelmo
Note di cuore: foglie di fico e muschio
Note di coda: legno di cedro e polpa di fico

Il naso è il geniale Francis Kurkdjian creatore di Le Male di Jean Paul Gaultier. A proposito di Fleur de Figuier e dell'inaspettato approccio all'ingrediente del fico, ha commentato:

Sposo profondamente l’idea che ogni pianta abbia un suo scopo. Considerando che il fico è anche un fiore (i piccoli semi racchiusi nella membrana del frutto, sono tecnicamente infiorescenze), ho tentato di dargli una dimensione più leggera, più delicata di quella che gli era stata data fino ad ora. Più moderna. Ho costruito quindi la formula sulla struttura del fiore. Poi ho preso in considerazione il frutto, sotto una nuova luce

L'acqua profumata Fleur de Figuier è disponibile nelle farmacie e in alcune profumerie selezionate nei formati da 30 ml al costo di 20 euro circa e da 100 ml al costo di 40 euro circa.

Paprika

Lierac Mésolift Sérum e Masque Eclat: il top della luminosità


Ciao a tutti, mi chiamo Lorena, ho 31 anni e abito a Milano.
Devo per forza cominciare così per farvi capire, dandovi solo un paio di indizi, come mai per me il fattore luminosità della pelle sia ormai diventato una priorità. Smog, stress, una città inquinata all'inverosimile, un lavoro svolto al chiuso e l'età anagrafica non contribuiscono certo a rendere la mia pelle radiosa. Anzi: la vedo spesso soffocata, ingrigita, spenta, bisognosa di un trattamento che ne sveli l'originaria luce.

Tra tanti prodotti che ho provato e che promettevano una sferzata di energia alla pelle, sono stati questi due di Lierac ad avermi soddisfatta maggiormente.
Parliamo di due piccoli prodigi: Mésolift Sérum e Masque Eclat, ormai diventati due pilastri della mia beauty routine.

Già il colore e l'aroma contribuiscono al risultato finale: come frutta fresca golosa, polposa e invitante, con un profumino lieve, delizioso e rigenerante. È un vero piacere stenderli, utilizzarli, applicarli sul viso: la mattina, poi, è un vero e proprio toccasana.

Mésolift Sérum ha una consistenza leggermente più corposa rispetto ai soliti sieri: bastano 3-4 gocce per   viso e collo. Io lo applico partendo dal centro verso l'esterno, per beneficiare maggiormente dell'effetto lifting. Dopo l'applicazione la pelle rimane asciutta, soda e fresca, si avverte una sensazione di comfort senza eccesso. La grana della pelle è immediatamente più compatta e vitale. Il perché è presto detto: dentro Mésolift ci sono ben 5 vitamine (Vitamine A, C, E, B5, B6), 6 minerali (calcio, rame, magnesio, manganese, zinco); il tutto potenziato dall'effetto tensore dell'acido ialuronico. Non sorprende, dunque, che l'effetto immediato sia quello di una vera e propria sferzata di energia,  realmente avvertibile al tatto. Si tratta di un vero e proprio concentrato di luce ed energia, che è amplificato dall'effetto dell'estratto di arancia rossa (energizzante e detossificante).
Mésolift ha anche la non secondaria virtù di rendere, con l'uso costante, meno visibili le rughe e i segni d'espressione. Ho notato una diminuzione dei solchetti naso-labiali, che sembrano più appianati e sono meno evidenti. Anche le normali e tipiche linee del collo hanno un aspetto migliore.

Masque Eclat, invece, è uno di quei cosmetici che io definisco "d'emergenza": vi capita mai di svegliarvi con il viso stanco e tirato? In questi casi la prima cosa da fare è tonificarlo con acqua fredda, e magari avere a portata di mano Masque Eclat :)
Si definisce come un fluido tensore vitaminizzante: è una maschera ad effetto istantaneo che non si risciacqua e si stende preferibilmente dopo un leggero gommage. Si applica uno strato molto sottile su tutto il viso (compreso il contorno occhi) e poi si procede al make up, come di consueto.
Ha una piacevolissima texture in gel di colore arancio leggermente madreperlato: quest'ultimo aspetto è responsabile dell'istantaneo effetto "salute&benessere" che acquista il viso dopo l'applicazione. 
Ecco cosa contiene:
Argilla gialla stimolante : dalle proprietà detossificanti e tonificanti.
Estratti di arancia e di papavero: possiedono proprietà energizzanti e detossificanti.
Proteine del grano: lisciano istantaneamente i tratti e hanno un effetto lifting
Pigmenti soft focus
Agente tensore immediato

Posso dirvi che Masque Eclat ha salvato molte mie giornate dal triste grigiore: è uno di quei prodotti che non dovrebbero mai mancare in un beaty che si rispetta, perché costituisce una vera e propria ancora di salvataggio nei casi di emergenza. È un cosmetico davvero smart e prezioso: utilizzo veloce, massimo risultato, nessun tempo di posa, risultato strepitoso!


Trovate tutti i prodotti Lierac in farmacia.
Mésolift Sérum confezione da 30 ml al costo di 45 euro
Masque Eclat confezione da 50 ml al costo di 21 euro

Paprika

20 maggio 2013

Lanvin Me: un inno all'edonismo


Stanche dei soliti profumi floreali che, immancabilmente, vengono lanciati sul mercato in primavera? 
Credo che, se appartenete alla schiera di persone che applaudono Miranda Priestley ne Il Diavolo veste Prada quando sentenzia "Fiori? In primavera? Avanguardia pura", questa nuova creazione olfattiva firmata Lanvin non potrà deludervi. Perché Me è un elogio a se stesse senza banalità o stilemi già visti.

A voi la piramide olfattiva:
Note di testa: fruttate, con mandarino e mirtillo
Note di cuore: floreali con assoluta di rosa e tuberosa
Note di fondo: gourmand, con legno di sandalo e legno di liquirizia

Capite già da subito che non ci troviamo di fronte al solito profumo primavera/estate: quel legno di sandalo e, soprattutto, il legno di liquirizia, riescono a cambiare completamente l'atmosfera, riscaldandola quel tanto che basta da infondere nuova e inaspettata sensualità al frizzy&floral iniziale.

Niente di stucchevole, capiamoci: è piuttosto come un golfino sottile di cashmere dalla linea aderente che ci mettiamo addosso nelle sere estive, quando all'improvviso l'aria diventa pungente e desideriamo calore, ma in modo soffuso e appena percettibile.

Me è un inno all'edonismo, dicevo nel titolo: perché è dedicato a una donna che si ama davvero e a cui piace svelarsi solo se ha voglia di farlo e non perché è costretta dalla moda o dalla tendenza. È sensuale e femminile perché desidera esserlo e lo è nel suo Io più profondo e senza costrizioni; è appassionata perché la sua più intima essenza sente di non poter essere nulla di diverso.

La bellissima e intensa immagine pubblicitaria rispecchia questo mood: sdraiata su un divano vecchio e consunto, vediamo una bellissima donna con indosso uno splendido abito di seta, maxi occhiali da sole e gioielli vistosi mentre si bacia allo specchio. 

In Me la dimensione olfattiva incontra il lusso della moda: il connubio è reso possibile da Alber Elbaz, direttore artistico e designer delle opulente e inconfondibili collezioni Lanvin, che ha trasfuso la sua idea di donna in note e accordi profumati, con la collaborazione del prestigioso naso Domitile Bertier.

La boccetta è un capolavoro di design: dalla linea femmminile e aggraziata, il flacone trasparente rivela fin da subito la morbidezza del jus, dalla tonalità delicatamente rosata. Alla sommità svetta un tappo nero glossy con impressa un'immagine retrò e angelica, creando così un fortissimo contrasto. Una pietra luminosa color blu Lanvin è agganciata a una doppia catenina dorata e impreziosisce il packaging e lo rende unico nel suo genere. La scatolina è color Blu Lanvin (la tonalità simbolo della maison e tanto amata da Alber) ed è percorsa da una decorazione dorata che richiama il nastro dei pacchi dono.

Il risultato è sorprendente, originale: è difficile che io mi innamori di un profumo alla prima "snasata", ma con Me è esattamente quello che mi è successo. 

Lanvin Me è disponibile in profumeria nei seguenti formati e prezzi:

80 ml al costo di 80 euro
50 ml al costo di 60 euro
30 ml al costo di 40 euro
La Body Lotion da 24 euro e il Perfumed shower gel da 22 euro completano la gamma



Paprika

19 maggio 2013

La cura dei capelli secondo Hairmed

La bellezza dei capelli, quando si vive come me in una grande città come Milano, è messa a durissima prova dalle condizioni non certo salubri dell'aria: lo smog è uno dei nemici più grandi, insieme ai raggi cattivi del sole, della bellezza a 360 gradi.
Nei capelli il risultato è piuttosto noto: l'alto tasso di umidità non fa durare una piega per più di 1 ora, mentre lo smog li rende spesso opachi, spenti, sottili, privi di volume e senza vita. A lungo andare li indebolisce e perdono ogni barlume di vitalità. Una tragedia, insomma.
Ho avuto il grande piacere di conoscere Hairmed, marchio che opera da 40 anni nel campo dell'hair beauty, e che si avvale anche della collaborazione con il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Sezione Farmacologica dell’Università di Ferrara: tutti i prodotti sono delicati, hanno massima tollerabilità e sono dermatologicamente testati. Sono sicuri, in altre parole, e rispettano l'equilibrio naturale del capello e della cute.

Ho compilato un questionario per capire quale fosse la linea più adatta a me. Vi fornosco il link, perché credo sia utilissimo: http://www.hairmed.it/test-del-capello/

Il mio risultato è stato il seguente: il capello è normale e quello di cui ho bisogno è maggiore lucentezza, protezione contro lo stress dell'inquinamento e corposità.

I prodotti che mi sono stati inviati sono i seguenti:

DB Trattamento benessere
P5 prevenzione antismog - dopo shampoo- protettivo anti-crespo
P3 prevenzione anti-smog latte di nutrizione
P2 prevenzione anti-smog shampoo

Partiamo dall'ultimo, lo shampoo P2: ha un delicato colore turchese e un profumo fresco, che sa di benessere e non è per nulla invadente. Ne basta davvero pochissimo, anche in considerazione del fatto che io ho i capelli corti: si lascia agire un paio di minuti e poi si risciacqua. Il balsamo abbinato (P3) ha una consistenza leggera e fluida, non corposa: perfetto per chi ha i capelli sottili, perché non appesantisce la chioma, dona comunque alta idratazione e ristruttura la fibra capillare grazie alla presenza di Moringa oleifera. Dopo un paio di minuti si risciacqua abbondantemente. 
Entrambi costituiscono uno scudo contro smog e radicali liberi. Li ho trovati entrambi delicatissimi ed efficaci: il capello è ogni giorno più lucente e ha perso a poco a poco quell'odiosa opacità tipica del "capello urbano" (passatemi la definizione). Io, poi, non riesco a usare nessun balsamo a causa della mia lunghezza minimal e del fatto che ho il fusto sottile: il balsamo P3, invece, li lascia soffici e pieni di volume ed rende anche più facile fare la messa in piega.

DB e P5 sono i trattamenti mirati: il secondo è un fluido dopo-shampoo, che utilizzo sempre dopo la detersione: protegge il capello dallo smog e dagli agenti atmosferici impedendo l'effetto anti-crespo e nutrendoli senza appesantirli. È sufficiente una minima quantità per ottenere un ottimo risultato. Di solito lo distribuisco uniformemente subito prima dell'asciugatura: i capelli sono molto più disciplinati e brillanti e, a fine giornata, non me li ritrovo opachi, stopposi o "sparati" da tutte le parti.

Infine DB: questo lo uso una volta alla settimana. Ha un aroma intenso di fresca menta, che però svanisce dopo il risciacquo ma che, sul momento, ha un effetto aromaterapico tonificante anche per lo spirito. Ha un'azione purificante, lenitiva e idratante. La texture è un gel simile, come aderenza, al miele. Si distribuisce sui capelli asciutti, prima di lavarli, con l'apposito beccuccio; dopo circa 3 minuti si risciacqua e si procede all'abituale trattamento shampoo e balsamo. DB si utilizza quando la cute è perfettamente sana e dona una sferzata di nutrimento immediato al capello, che risulta più forte, corposo e brillante.

Nel complesso la linea Hairmed che ho sperimentato mi ha estremamente soddisfatta: un aspetto importante è che i prodotti sono "concentrati" e si ottiene la massima efficacia anche con una piccola quantità di prodotto. I flaconi durano quindi molto di più rispetto ai normali trattamenti. Un' altra caratteristica che mi ha piacevolmente colpita è la profumazione: freschissima, delicata, tonificante. Le texture sono leggere e fluide, perfette per il mio capello sottile e corto.

PS: il tappo mancante dello shampoo P2 è andato disperso causa micie capricciose, che giocano con qualunque cosa capiti loro a tiro :)

DB: flacone da 200 ml - costo 28 euro
P5: flacone da 100 ml - costo 14 euro
P3: flacone da 200 ml - costo 15,50 euro
P2: flacone da 200 ml - costo 14 euro

Paprika

18 maggio 2013

Vichy Idealia BB cream: via il grigiore, illumina il tuo viso!

Ancora a parlare di BB cream? direte voi: ebbene sì, continuiamo a parlarne perché questa tipologia di prodotto si sta evolvendo in versioni sempre più piacevoli, performanti e completi. E il sogno di riuscire a utilizzare, un giorno, un solo prodotto che ci consenta di ottenere un effetto di uniformità, idratazione, effetto anti-età e di camuffamento delle discromie sembra sempre più vicino.
Vichy fa un altro passo verso questa conquista, con la sua BB cream inserita nella linea Idealia, gamma che nasce con lo scopo di illuminare la pelle e minimizzare le macchie della pelle.

La consistenza è semplicemente fantastica: molto fresca, fondente e piacevole al tatto. Si applica molto bene e con estrema facilità, proprio come fosse una normale crema idratante. Non "asciuga" e non appesantisce la pelle. Dopo averla stesa la prima sensazione è quella di estrema compattezza, come se la pelle fosse subito più polposa avendo ricevuto un'iniezione di vitalità e idratazione. 

Si presta a essere utilizzata da diversi tipi di pelli, da quelle secche a quelli normali e miste. Non so come reagirebbe una pelle grassa, visto che l'effetto ottico che regala è leggermente perlaceo, molto luminoso, grazie a minuscole particelle illuminanti contenute nel fluido. La tonalità che mi è stata gentilmente fornita (la Medium) non è affatto adatta alla mia carnagione: sicuramente quella più chiara sarà perfetta e sono certa che l'acquisterò in vista dell'estate.

La  formula è arricchita da un complesso di Kombucha (un tè dalle mille proprietà benefiche) e da un sistema filtrante, oltre ai pigmenti illuminanti contenuti che ravvivano istantaneamente il colorito. È leggermente più coprente rispetto a molte BB in commercio: so che questo è un aspetto che può piacere o meno. Personalmente la mia prefernza va a una BB cream che riesce a fare le veci di leggero ma funzionale fondotinta, quindi è un tipo di prestazione che cerco e desidero in questo tipo di cosmetico.

Protegge anche dai raggi UV grazie a un SPF 25, perfetto per la città. L'effetto più evidente è sicuramente quello delicatamente uniformante e illuminante: il risultato è bonne mine, molto raffinato, ideale per un uso quotidiano. Regala un aspetto curato e contribuisce a coccolare la pelle  minimizzando, con l'uso continuativo, i piccoli segni d'espressione le rughette, oltre ad attenuare le macchie del viso.

Il tubetto da 40 ml è in vendita in farmacia, al costo di circa 25 euro

Paprika

Vichy Normaderm Hyaluspot, il cancella-brufoli!

Carissime/i, ditemi: c'è qualcosa di più fastidioso, odioso e inopportuno di un brufolo improvviso, dolorante e vistoso? Magari il vostro faccino è assolutamente liscio e perfetto e, la mattina guardandovi allo specchio,scoprite che un vulcano rosso e gonfio è emerso proprio al centro della vostra fronte. O in mezzo alla guancia. O al naso. Ma sempre "in mezzo" a qualcosa, in modo che non c'è nulla da fare per coprirlo e camuffarlo.
Cosa fare in questi casi? Sicuramente è meglio dire cosa NON fare: torturarlo, schiacciarlo, nel tentativo di polverizzarlo. Il risultato sarebbe solo quellodi rendere ancorapiù evidente il rossore e il gonfiore. Bisognasolo aspettare, aver pazienza, aspettare e stringere i denti.
E, dal 2013, applicare un paio di volte al giorno un prodottino dall'aspetto e dal prezzo piccoli piccoli, ma così efficace da meritarsi l'appellativo di "grande": Vichy ha ampliato la sua linea Normaderm con Hyaluspot, uno stick in grado di accelerare notevolmente il processo di guarigione dei brufoli.
Come si utlizza? Semplicemente si appoggia la punta angolata dell'applicatore sulll'imperfezione e si esercita una leggera pressione sul tubicino, per erogare la giusta quantità di gel (ne basta davvero pochissima) da distribuire sul brufoletto, coprendolo completamente. Il movimento da effettuare è circolare. Dopo al massimo un paio di minuti il gel freschissimo e trasparente si asciuga del tutto, formando una sorta di cerotto. Potete anche truccarvi, basta avere l'accortezza di picchiettare e non spalmarci sopra il make up.
Il film protettivo altro non è che acido hyaluronico: isola completamente l'imperfezione dagli agenti esterni, mettendola al riparo da sole, polvere e possibili ulteriori cause di peggioramento dell'infezione; quest'ultima è combattuta grazie alla sinergia di acido salicilico + LHA, che riescono ad agire in modo mirato e più efficace.
Il risultato è visibile già da subito: il gel freschissimo e l'applicatore effetto freddo sfiammano la zona istantaneamente; dopo qualche ora si nota già una notevole diminuizione di gonfiore e rossore. Il brufoletto regredisce e il suo aspetto, già dal giorno successivo è ridotto in modo consistente.

Pratico da portare con sè, è davvero un ottimo ed efficace strumento da usare nei casi di emergenza.

Il tubetto da 15 ml dura tantissimo, lo trovate in farmacia al costo di circa 13 euro e, ci scommetto, diventerà uno dei vostri migliori amici di sempre!

Paprika

25 aprile 2013

La pulizia del viso secondo Staminalis

Staminalis (Glass Onion) è una linea interessante, che ho avuto il piacere di provare attraverso un kit completo e a 360 gradi per la bellezza di corpo e pelle. Le peculiarità che rendono il marchio diverso dagli altri sono molteplici ma metterei in cima alla lista il fatto che le formulazioni vedono protagonista il Prof. Umberto Borellini, una vera e propria autorità in ambito cosmetologico.
E poi il prodotto è made in Italy, dall'ideazione alla produzione effettiva.

Inizio quindi la mia piccola carrellata di recensioni sui prodotti del marchio partendo dalla beauty routine della pulizia: ormai chi mi conosce sa bene che la detergenza e la pulizia del viso sono gli aspetti per me più importanti della cura del viso.

Non mi stancherò mai di ripeterlo: potrete acquistare la più innovativa e costosa crema per il viso, ma se la vostra pelle non è sempre sottoposta a una meticolosa pulizia, a nulla serviranno i principi attivi più all'avanguardia!

Staminalis si avvale della sinergia delle staminali vegetali (soprattutto derivate dalla mela) a principi attivi di ultima generazione e sostanze naturali: combinazioni equilibrate ed efficaci, semplici e che vanno dritte al cuore delle esigenze di ogni pelle.

Piccola (grande) nota: Il packaging che racchiude tutti i prodotti Staminalis è ecocompatibile.

Phytoceutical Cleansing Milk: si presenta in una confezione trasparente da 200 ml. Il latte di detergenza più delicato e "coccoloso" che abbia mai avuto il piacere di provare. La consistenza è soffice, perfetta per i miei personalissimi (e non facili) gusti. Non è corposo come una crema ma non è neppure eccessivamente fluido: si inserisce in una via di mezzo che garantisce un comfort assoluto e una rara piacevolezza al tatto. Si avvale di estratti da cellule Staminali vegetali di Mela, estratti di Aloe, Barbabietola e Vitamina E. Come lo uso: stendo una noce abbondante di prodotto nel palmo delle mani e poi lo applico direttamente sul viso, massaggiando a lungo e insistendo sulle zone del viso più truccate (come gli occhi). Elimino quindi il latte con un dischetto di cotone e spazzo via ogni residuo con il Phytoceutical Lotion. 

Phytoceutical Lotion: anch'esso in confezione trasparente da 200 ml, stavolta è dotato di tappo a spruzzo. È una lozione tonica senza alcool che rinfresca, rende subito tonica e rimpolpata la pelle. Con estratti da cellule Staminali vegetali di Mela, estratti di Sambuco, Aloe, Rosa Centifoglia e Acidi da frutta. Dopo il latte detergente la spruzzo con genersoità sul viso e passo nuovamente una velina pulita. Il risultato è una pelle perfettamente detersa; l'effetto immediato è quello di freschezza immediata. L'aroma di entrambi i prodotti è simile alla mela verde, molto piacevole e tonificante. Questa lozione mi piace perché ha un utilizzo facile e veloce. Esempio? La mattina la utilizzo per lavare via ogni traccia di sonno (e di prodotto steso la sera prima) garantendo la massima dolcezza alla pelle. Particolare di non poco conto, per me che ho gli occhi che fanno i capricci: entrambi i prodotti sono assolutamente dolci con la zona perioculare, se ne prendono cura senza fare arrossare, lacrimare o bruciare gli occhi. 

Phytoceutical Gommage: 100 ml, in tubo di plastica morbido. Con estratti da cellule Staminali vegetali di Mela, gusci di Mandorla smussati, estratto di Ananas, Achillea e Barbabietola. Ha uno splendido color caramello e una consistenza in gel denso che consente una perfetta applicazione. Avete due modi per utilizzarlo: su pelle umida (meno aggressivo) e su pelle asciutta (effetto pulizia più strong). Dipende da quanto è delicata la vostra pelle: io, una o due volte alla settimana, preferisco optare per l'alternativa di utilizzo strong. I granuli non abradono e non irritano la pelle. Mi raccomando, effettuate un massaggio senza pressare troppo e cercate di mantenere movimenti circolari dall'interno verso l'esterno per ottenere una maggiore efficacia. Il risultato è immediatamente visibile: pelle come rischiarata, senza traccia di rossori dovuti a eccessiva aggressività.

Non sono solita dare voti ai prodotti che utilizzo, ma stavolta mi voglio sbilanciare perché questa linea merita davvero: un bel 10 cum laude più che meritato :)

Perché? Semplice: da quando utilizzo questi prodotti sento la pelle davvero più pulita, la grana sembra più compatta e uniforme e l'aspetto globale è più luminoso. E io non dimentico mai quanto sia importante la piacevolezza dal punto di vista di texture e aroma: in questo caso, davvero, era difficile riuscire a fare di meglio!

Prezzi

Phytoceutical Cleansing Milk 200 ml: 32 euro
Phytoceutical Lotion 200 ml: 31 euro
Phytoceutical Gommage 200 ml: 47 euro 

Paprika

13 marzo 2013

Nivea Sotto la Doccia Balsamo Corpo nutriente recensione

Non amo moltissimo le creme corpo e la ragione è piuttosto banale: stenderle mi annoia e mi sembra sempre di perdere tempo (anche se, in cuor mio, so bene che non è così!). 
È la pigrizia che mi frega, insomma. Oltre a questo detesto, letteralmente, sentirmi anche solo minimamente appiccicaticcia o unta. 
Ma non sono la sola: credo che Nivea abbia pensato alle milioni di donne che hanno fretta e odiano rivestirsi sentendosi come sogliole impanate pronte per essere fritte. Nasce quindi Sotto la Doccia Balsamo doccia, che si trova tranquillamente nei supermercati sotti i 4,5 euro per 250 ml di prodotto.
Utilizzo facile facile: ci si fa la doccia col prodotto detergente consueto, ci si risciacqua e poi si stende il Balsamo corpo. Infine, un ultimo risciacquo. 
Risultato? Certamente la pelle non tira come spesso accade dopo esserci lavate. Non posso dire di sentire la pelle turgida e profondamente coccolata come quando spalmo la tradizionale crema per il corpo, ma di certo l'epidermide è più idratata morbida e, soprattutto, rimane bella setosa e senza nessuna fastidiosa sensazione di appiccicoso. 
In definitiva credo sia un bel prodottino economico, di facile e veloce utilizzo, utilissimo da tenere in casa, soprattutto se siete sempre di fretta e avete una vera e propria idiosincrasia verso le body lotion/cream come me. 
 L'INCI non è nemmeno lontanamente bio ma, come sapete, per me questo non è mai stato un fattore determinante per la scelta di un prodotto.

Paprika