20 maggio 2013

Lanvin Me: un inno all'edonismo


Stanche dei soliti profumi floreali che, immancabilmente, vengono lanciati sul mercato in primavera? 
Credo che, se appartenete alla schiera di persone che applaudono Miranda Priestley ne Il Diavolo veste Prada quando sentenzia "Fiori? In primavera? Avanguardia pura", questa nuova creazione olfattiva firmata Lanvin non potrà deludervi. Perché Me è un elogio a se stesse senza banalità o stilemi già visti.

A voi la piramide olfattiva:
Note di testa: fruttate, con mandarino e mirtillo
Note di cuore: floreali con assoluta di rosa e tuberosa
Note di fondo: gourmand, con legno di sandalo e legno di liquirizia

Capite già da subito che non ci troviamo di fronte al solito profumo primavera/estate: quel legno di sandalo e, soprattutto, il legno di liquirizia, riescono a cambiare completamente l'atmosfera, riscaldandola quel tanto che basta da infondere nuova e inaspettata sensualità al frizzy&floral iniziale.

Niente di stucchevole, capiamoci: è piuttosto come un golfino sottile di cashmere dalla linea aderente che ci mettiamo addosso nelle sere estive, quando all'improvviso l'aria diventa pungente e desideriamo calore, ma in modo soffuso e appena percettibile.

Me è un inno all'edonismo, dicevo nel titolo: perché è dedicato a una donna che si ama davvero e a cui piace svelarsi solo se ha voglia di farlo e non perché è costretta dalla moda o dalla tendenza. È sensuale e femminile perché desidera esserlo e lo è nel suo Io più profondo e senza costrizioni; è appassionata perché la sua più intima essenza sente di non poter essere nulla di diverso.

La bellissima e intensa immagine pubblicitaria rispecchia questo mood: sdraiata su un divano vecchio e consunto, vediamo una bellissima donna con indosso uno splendido abito di seta, maxi occhiali da sole e gioielli vistosi mentre si bacia allo specchio. 

In Me la dimensione olfattiva incontra il lusso della moda: il connubio è reso possibile da Alber Elbaz, direttore artistico e designer delle opulente e inconfondibili collezioni Lanvin, che ha trasfuso la sua idea di donna in note e accordi profumati, con la collaborazione del prestigioso naso Domitile Bertier.

La boccetta è un capolavoro di design: dalla linea femmminile e aggraziata, il flacone trasparente rivela fin da subito la morbidezza del jus, dalla tonalità delicatamente rosata. Alla sommità svetta un tappo nero glossy con impressa un'immagine retrò e angelica, creando così un fortissimo contrasto. Una pietra luminosa color blu Lanvin è agganciata a una doppia catenina dorata e impreziosisce il packaging e lo rende unico nel suo genere. La scatolina è color Blu Lanvin (la tonalità simbolo della maison e tanto amata da Alber) ed è percorsa da una decorazione dorata che richiama il nastro dei pacchi dono.

Il risultato è sorprendente, originale: è difficile che io mi innamori di un profumo alla prima "snasata", ma con Me è esattamente quello che mi è successo. 

Lanvin Me è disponibile in profumeria nei seguenti formati e prezzi:

80 ml al costo di 80 euro
50 ml al costo di 60 euro
30 ml al costo di 40 euro
La Body Lotion da 24 euro e il Perfumed shower gel da 22 euro completano la gamma



Paprika

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Speciale...

Posta un commento